Tecnologia e processi di business: SAP e Intel insieme per standardizzare l’integrazione hardware nell’RFID

22, Marzo, 2005 di SAP News

Il comune impegno annunciato al CeBIT aiuterà le aziende a diminuire i costi e le complessità associate all’acquisizione dei dati

MilanoSAP AG (NYSE: SAP) e Intel (NASDAQ: INTC) hanno annunciato, in occasione del CEBIT, l’intenzione di unire le proprie forze per semplificare l’utilizzo della tecnologia RFID (Radio Frequency Identification) e supportare le aziende a superare gli ostacoli che si possono incontrare nello sviluppo di business case per progetti RFID.

Le due società offriranno ai clienti la possibilità di scegliere se integrare l’hardware RFID direttamente nei sistemi back-end e nei processi operativi, oppure se affidare la gestione dell’ambiente hardware a partner esperti. L’integrazione diretta offre un approccio ottimizzato alle implementazioni RFID dei clienti e risulta più adatta ad ambienti di business meno complessi. Per contro, il ricorso ad un partner nella gestione dei dispositivi consente ai clienti di amministrare ambienti molto complessi composti da varie tipologie di apparati di diversi vendor.

Da questa collaborazione nasce un nuovo concetto di RFID che consente alle aziende di integrare questo tipo di dati direttamente nei sistemi back-end. Le aziende possono infatti implementare la soluzione su qualsiasi sistema hardware back-end basato su Intel, compresi server e postazioni hardware front-end come desktop, notebook e lettori RFID, indipendentemente dal provider. Questa soluzione è destinata a velocizzare l’adozione di dispositivi RFID attraverso la realizzazione di un ambiente plug-and-play.

Intel fornirà inoltre la tecnologia per rendere disponibile la soluzione di gestione dei dispositivi attraverso la piattaforma SAP NetWeaver.

Le aziende che implementano tecnologie RFID oggi devono superare ostacoli quali il costo della soluzione, la complessità di integrare fra loro tecnologie proprietarie e non, gli standard emergenti e le architetture di sistema complesse, frutto del ricorso ad una molteplicità di provider hardware. L’innovativo approccio proposto da SAP e Intel aiuterà le aziende ad affrontare queste sfide offrendo loro la capacità di gestire i lettori RFID direttamente dal gestionale, ad esempio, attraverso l’applicazione di gestione del magazzino. Questa capacità contribuirà ad abbattere i costi, incrementare la velocità dei processi e ridurre il ricorso a servizi di manutenzione e assistenza hardware. La collaborazione permetterà infine alle aziende di combinare fra loro dispositivi di acquisizione dei dati intelligenti e non*, realizzando una soluzione RFID completa e indipendente dal sistema hardware o dal vendor.

Il concetto di base è quello di fornire più intelligenza sia a livello del lettore hardware, sia in termini di integrazione su qualsiasi infrastruttura di sistema, come ad esempio SAP Auto-ID Infrastructure. Questo permetterà inoltre alle aziende di controllare varie combinazioni hardware, ad esempio affiancando al lettore RFID sensori e attuatori.

“L’implementazione della tecnologia RFID all’interno dei processi di business attuali incrementerà notevolmente il volume di dati disponibili”, ha affermato Abhi Talwalkar, Vice President e General Manager dell’Intel Digital Enterprise Group di Intel Corporation. “Per abbattere i costi e incrementare la flessibilità dei processi di business, i sistemi intelligenti devono fornire una base solida che consenta di prendere decisioni accurate e informate. Il nuovo approccio di piattaforma sviluppato da Intel, che si basa su standard aperti con un ampio allineamento verticale ugualmente perseguito da SAP e dai sistemi ad alte prestazioni, garantisce effettivamente tali vantaggi ai clienti”.

Gli attuali partner di Intel e SAP negli ecosistemi svolgeranno un ruolo importante nel riversare sul mercato questo modello concettuale. Esso sarà ad esempio parte integrante di accordi di collaborazione, nell’ambito della gestione dei dispositivi, che SAP ha stretto con altri vendor. Il nuovo approccio avviato da Intel e SAP si focalizza principalmente sullo scambio diretto di dati fra il lettore hardware e gli applicativi gestionali. Intel fornirà sufficiente intelligenza ai lettori affinché possano rifornire SAP dei dati raccolti. Ciò non elimina la necessità di amministrare, monitorare e gestire i vari dispositivi RFID, che resta l’obiettivo principale delle collaborazioni attualmente in corso nell’ambito della gestione dei dispositivi, e per la quale è necessaria una stretta integrazione delle funzioni di monitoraggio all’interno di SAP Auto-ID Infrastructure.

“Ricorrendo a questo approccio compiamo un ulteriore passo in avanti verso la nostra vision di reti business adattative e di “real world awarness” accelerando i processi operativi attraverso il miglioramento delle capacità di percezione e risposta che fanno leva sull’RFID”, ha commentato Claus Heinrich, Member of the Executive Board di SAP AG. “Al tempo stesso ampliamo l’ecosistema di partnership in ambito RFID, in modo tale che i nostri clienti possano scegliere la soluzione più adatta alle loro esigenze”.

La soluzione proposta comprenderà funzioni per l’operatività di supply-chain abilitate all’RFID attraverso mySAP Supply Chain Management arricchite da: miglioramenti nell’integrazione dei dispositivi dei partner e nella gestione degli apparati; certificazione dei messaggi su standard Physical Markup Language provenienti dai device RFID; piattaforma composita basata su SAP NetWeaver che si collega ai tool di gestione, amministrazione e monitoraggio dei dispositivi del partner per offrire agli utenti il “look and feel” della soluzione SAP.

Intel fornirà un’architettura standard per offrire agli utenti la capacità di integrare direttamente i dispositivi RFID all’interno delle soluzioni gestionali SAP. Inoltre, garantirà ai clienti l’accessibilità della struttura RFID Lab di Monaco e fornirà servizi di supporto attraverso l’organizzazione Intel Solution Service.

* In un dispositivo di acquisizione dati non intelligente, l’utilità dei dati viene analizzata a livello software. In un dispositivo di acquisizione dati intelligente, invece, questa capacità è contenuta nell’hardware.

* * * * * * * *

Intel, il più grande produttore di microprocessori del mondo, è anche leader nella produzione di computer, reti e prodotti di comunicazione. Ulteriori informazioni su Intel sono disponibili sul Web all’indirizzo www.intel.com/pressroom.

SAP è leader mondiale nelle soluzioni software per il business.

Le soluzioni SAP sono progettate per rispondere alle più specifiche esigenze di aziende di qualsiasi dimensione, dal mercato delle Piccole e Medie Imprese a quello Enterprise. Grazie a mySAP Business Suite, basata sulla piattaforma applicativa e di integrazione SAP NetWeaver, gli utenti aziendali di ogni parte del mondo possono migliorare i loro rapporti con clienti e partner, razionalizzare le operazioni e raggiungere l’efficienza nell’intero ambito delle supply chain. Numerose organizzazioni operanti nei più diversi mercati, dall’aerospaziale alle Utilities, possono supportare il proprio core business grazie a 25 soluzioni verticali pre-configurate di SAP. Oltre 26.150 aziende in più di 120 Paesi hanno portato a oltre 88.700 le installazioni di software SAP nel mondo. Con succursali in oltre 50 Paesi, la società è quotata su diversi listini, tra i quali la Borsa di Francoforte e il listino NYSE, con il simbolo “SAP”.
Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.sap.com/italy.

Contatti stampa

Elena Vitali, SAP
Tel. 039 6879.262 Fax 039 6899831
e-mail: elena.vitali@sap.com
www.sap.com/italy

 

Burson-Marsteller – Ufficio Stampa SAP
Gianfranco Mazzone – gianfranco_mazzone@it.bm.com
Fabiana Comiotto – fabiana_comiotto@it.bm.com
Tel. 02-72143575 – Fax 02-878960

Tags: , ,