Soccer team in a huddle

Alla scoperta dell‘Internet of Things di SAP

17, Ottobre, 2016 di Salvatore De Caro

Per SAP Internet of Things (IoT) significa innanzitutto software intelligente. Al di là della mera infrastruttura hardware, infatti, ciò che fa davvero la differenza, è ciò che è davvero necessario, il vero valore dell’IoT è la capacità di raccogliere, analizzare ed elaborare i dati. Per poi sfruttare quanto appreso ed elaborato per creare nuovo valore. È la SAP Industry 4.0.

Si tratta quindi di un processo che SAP definisce con un paradigma costituito da tre pilastri fondamentali: Connect, Transform e Reimagine. Connect definisce azioni nelle quali SAP collaborare con numerosi partner, per la standardizzazione, la sicurezza e la raccolta dei dati che gli oggetti possono trasmettere. Qui SAP offre una serie di componenti software, quali SAP Connected Manufacturing e SAP Predictive Maintenance, specializzati nella raccolta di eventi, nella loro pre-elaborazione per individuare quelli che hanno un valore ed un senso per il business ed infine nella loro sincronizzazione con una piattaforma elaborativa locale oppure remota (.

Il secondo punto chiave è Transform, concretizzato dalla piattaforma IoT Service SAP HANA, vero cardine delle soluzioni applicative. HANA è un set completo di strumenti per lo streaming dei dati, l’analisi predittiva, i graph database, la modellizzazione geospaziale, l’elaborazione on-the-fly di calcoli complessi, il machine learning e l‘elaborazione di dati non strutturati testuali.

Reimagine, infine, è il fatto differenziante che rende l’offerta SAP superiore. Si concretizza con l’uso di strumenti intelligenti che analizzano gli scenari di business e aprono nuove possibilità. In particolare nuovi prodotti, nuovi processi e nuovi modelli di business.

Salvatore De Caro
Presales Expert

bottone7

Tags: , ,