Soccer team in a huddle

La gamification come processo che crea valore oltre il contesto: esempi in SAP

30, Marzo, 2017 di Emanuela Corazziari

Gamification, G-Learning, e-learning

Quali contesti e ambiti di business sono i più indicati per godere dei benefici della gamification? La risposta migliore è: tutti. Si, perché sono tanti gli esempi che dimostrano come l’applicazione dei principi della gamification abbia riscosso ben più di un successo in reparti e settori variegati del mondo produttivo, con il fine di incentivare non solo il raggiungimento dei risultati ma anche la forte collaborazione tra dipendenti insieme ad un nuovo stile di comunicazione, a volte conditi da un pizzico di sana competizione.

Tra gli strumenti che SAP utilizza in cui sono presenti le tecniche di gamification interne, c’è G-Learning, una piattaforma di formazione totalmente basata sul web, un’evoluzione di quelli che vengono definiti MOOC, ovvero Massive Open Online Courses. L’esperienza guadagnata negli anni, permette oggi di affermare come l’ambiente riprodotto da G-Learning, in cui il processo di apprendimento è molto simile a un videogame, abbia aumentato i livelli di partecipazione ai corsi online, tramite una soluzione che non solo taglia i costi (pensate alle lezioni in aula e a tutto ciò che ne consegue) ma incrementa il livello di partecipazione e di finalizzazione di un progetto.

Con uno sguardo rivolto ai tool indirizzati ai dipendenti, ricordiamo TwoGo che si basa sul concetto di carpooling e dunque di riduzione dell’impatto in termini ecologici nell’utilizzo di un mezzo privato per recarsi al lavoro o presso i clienti. La gamification prende vita nel momento in cui a ogni iscritto viene data la possibilità di guadagnare punti sulla base dei chilometri coperti in modalità condivisione auto, con la chance di aggiudicarsi diversi premi anche grazie a un sistema simile a quello di una lotteria.

Ma la stessa logica può essere usata per prodotti diretti ai clienti, come il SAP Gamification Hana Cloud Platform. Si tratta di un servizio che consente di creare o adattare applicazioni esistenti che hanno l’obiettivo di sfruttare la gamification come stile di ingaggio per diverse finalità (collaborazione tra team, missioni cross-division, traguardi con limiti temporali) con il vantaggio di report e analytics che restituiscono una panoramica completa sul comportamento delle persone e su come perfezionare la struttura.

Gamification, G-Learning, e-learning

Altro interessante esempio è la SAP Community Network (SNC), nata nel 2003. È uno spazio dove sviluppatori, consulenti, studenti, clienti e mentori possono ritrovarsi per cercare risposte alle loro domande, condividere idee e imparare a innovare nei loro ambiti di riferimento. L’introduzione delle dinamiche di gamification ha permesso di incrementare notevolmente l’interazione dei membri della comunità, soprattutto in termini di creazione di contenuti, feedback, collaborazione e di preziosi spunti per i manager di prodotto.

Si tratta di esempi che, in un modo o nell’altro, hanno a che fare con strumenti informatici, siti web, apps per smartphone e pc. Eppure la gamification ha dato prova di funzionare anche in assenza di tecnologia, pur sempre in un contesto Enterprise. Lo ha evidenziato un gruppo di lavoro all’interno dell’area SAP Digital Business Services (DBS) in Brasile, dove la gamification si è tradotta in un modello di engagement del tutto “organico” e per nulla digitale: all’interno di una sala condivisa degli uffici brasiliani è partita l’iniziativa “Hero of the Week”, incentrata su un tavolo di gioco con un percorso in stile Gioco dell’Oca arricchito da Imprevisti e Sorprese, su cui posizionare il proprio personaggio (un giocattolo, un avatar, persino una propria foto). Lo scopo? Avanzare completando i task di lavoro periodici corrispondenti alle caselle del gioco, così da rendere evidente il proprio percorso e, anche, a dare opportunità ai colleghi di collaborare con chi rimanesse indietro. Oltre, ovviamente, a guadagnare il titolo di “Eroe” della settimana.

Un caso del genere è la conferma che quando si parla di gamification si intende un processo strategico ben definito, non un progetto a sé stante, valido solo in determinati ambiti. Supportando un cambiamento di pensiero e integrando le dinamiche del gioco, si spinge l’individuo a mettersi alla prova e ad affrontare in modo innovativo le proprie attività. Un fine doppio: appagante per chi prende parte alle prove e funzionale al business dell’azienda.

 

Emanuela Corazziari

Gamification, G-Learning, e-learning

Tags: , ,