Soccer team in a huddle

Anche per l’e-commerce l’unico punto fermo è il cambiamento

14, Giugno, 2017 di David Fortunato

Piattaforma ecommerce

Il 2017 si sta dimostrando un anno intenso per chi fa e-commerce. Da un lato cresce la propensione degli italiani a spendere online e le paure sulla sicurezza dei sistemi di pagamento digitale non sono più così sentite. Dall’altro l’ecosistema dell’e-commerce è sempre in evoluzione: ad esempio proprio per i sistemi di pagamento ci sono importanti novità con il lancio ad aprile di Amazon Pay e con la (quasi) certezza che entro l’anno debutterà in Italia anche Apple Pay. Aumentano così le opzioni che i consumatori hanno per pagare con semplicità i loro acquisti, dal punto di vista di chi vende online si tratta però di altre componenti da integrare nelle proprie piattaforme. E non è detto che per tutti sia semplice.

In un contesto in cui le esigenze di business devono seguire e soddisfare le tendenze del mercato e le necessità sempre in evoluzione dei consumatori, le aziende devono trovare il modo di stare al passo con i tempi, dotandosi di una tecnologia digitale che possa consentir loro di non perdere il vantaggio competitivo rispetto ai propri concorrenti.

Piattaforma ecommerce

In questo senso ci sono alcuni elementi chiave che una piattaforma e-commerce deve avere per portare davvero valore.

La piattaforma deve innanzitutto poter crescere insieme all’azienda utente senza incrementare il suo costo di gestione all’aumentare del giro d’affari. Altro punto importante, nell’era della omnicanalità, è una stretta integrazione tra la piattaforma e i processi di core business come la gestione degli ordini e del magazzino, integrazione che deve essere offerta direttamente dal fornitore della piattaforma per evitare costi aggiuntivi. Ci devono poi essere funzioni native per la gestione delle informazioni sui prodotti e ovviamente degli ordini, come anche quelle per l’integrazione con le piattaforme di CRM, marketing, analytics, customer service: la gestione evoluta e l’analisi delle informazioni sul cliente sono tasselli indispensabili per ottimizzare qualsiasi attività di vendita online. Infine, la personalizzazione. Il mercato cambia, i modelli di business cambiano, anche i prodotti possono trasformarsi in servizi. Per questo una piattaforma e-commerce deve essere tecnicamente strutturata per adattarsi alle mutevoli esigenze di chi la usa, offrendo ad esempio opzioni plug and play da scegliere secondo i casi e diverse opzioni di implementazione, sia cloud sia on-premise.

 

David Fortunato
Presales Specialist, CEC Presales (Italy)

Piattaforma ecommerce

Tags: ,