Soccer team in a huddle

Cosa sono le blockchain e come cambieranno il modo di fare business

3, Aprile, 2017 di Andrea Martignoni

blockchain business

In un’era di profondi cambiamenti tecnologici, le blockchain rappresentano l’emblema di un nuovo modo di intendere l’economia. Divenute famose con i bitcoin, alla loro base vi è un’architettura informatica pensata per il trasferimento di moneta virtuale, priva di un sistema bancario centrale e liberamente circolabile, senza vincoli di sorta. Sebbene un concetto del genere possa sembrare diametralmente opposto agli obiettivi delle sovrastrutture finanziarie, le istituzioni creditizie e gli operatori del settore pensano che le blockchain diventeranno sempre più importanti nelle logiche commerciali del futuro. Non a caso, l’Associazione Bancaria Europea ha espresso un giudizio positivo sull’affidabilità della catena, ammettendo però la necessità di controlli di sicurezza maggiori pre e post transazioni, per proteggere al meglio gli utenti.

Questi, nella definizione di blockchain, sono considerati come “nodi”, che inviano e ricevono i bitcoin (come qualsiasi altra moneta virtuale) da e per un altro nodo inserito nella stessa rete, tramite transazioni in blocchi. I blocchi vengono creati “a catena” da altri soggetti partecipanti all’architettura considerati come miners. Si tratta di una sorta di controllori del flusso, che creano pacchetti informatici unici e irripetibili, una sorta di vettori della singola transazione. Per il lavoro svolto, i miners acquisiscono a loro volta bitcoin, in un circolo che non ha fine. Semplificando: i miners formano dei blocchi che trasportano i bitcoin da un utente all’altro, proteggendoli attraverso protocolli per file sharing peer-to-peer e crittografia a chiave pubblica e privata, con algoritmo SHA (Secure Hash Algorithm) a 256 bit.

blockchain business

Nonostante si siano sviluppate nel sottobosco del web, le blockchain stanno rapidamente entrando nell’ambito business. Vi è infatti la convinzione che integrando nuove tecnologie, si possa rimanere al passo con gli attori più innovativi in diversi settori, periodicamente messi in discussione dalle idee delle startup che hanno già adottato simili soluzioni. Non parliamo solo del lato economico della faccenda ma della tecnologia “a catena” come processo dinamico per spostare informazioni da un punto all’altro di una rete. Pensiamo all’healthcare, che potrebbe sfruttare la logica blockchain per assicurare un corretto trasferimento delle informazioni mediche dei pazienti oppure a quello dei payroll durante il passaggio di delicati file dei clienti. L’implementazione di una tale strategia può essere il metodo per consentire ad alcune industrie di ottenere un vantaggio competitivo insperato, abbracciando la trasformazione digitale da un lato poco conosciuto.

Ci sono esempi concreti dell’utilizzo delle blockchain in diversi campi. Grazie a SAP, ATB Financial e i Ripple Labs, nel 2016, hanno trasferito dal Canada alla Germania 1.000 dollari canadesi in soli 20 secondi (prima servivano giorni), tramite una piattaforma basata sui blocchi. Oppure la Holbertson School della California, che usa le blockchain per autenticare i certificati accademici. Ma anche Visa e DocuSign per il leasing controllato, Augur per il marketing predittivo, Mycelia per i contratti discografici e La’Zooz per il car sharing.

SAP è da sempre attenta al mondo delle blockchain, considerate come strumenti capaci di rivoluzionare il mercato. Come leader nel software enterprise, HANA Cloud Platform è in grado di velocizzare l’adozione di piattaforme dirompenti e uniche, mettendo al servizio dei clienti un vasto database applicativo, al quale connettere blockchain cucite su misura ad ogni esigenza.

 

Andrea Martignoni
Presales Senior Specialist

blockchain business

Tags: , , ,