Soccer team in a huddle

Time to Value: le soluzioni cloud sono un cambio di paradigma

24, Maggio, 2017 di Fabio Pustetto

Nella realizzazione di un progetto IT il Time to Value (o TtV) è un parametro estremamente importante per la percezione della buona riuscita dell’iniziativa. In generale il TtV è il lasso di tempo che intercorre tra la percezione di una esigenza in azienda e la sua soddisfazione proprio attraverso il progetto IT. In ambiti più limitati e dal punto di vista specifico dello sviluppo software può anche essere inteso come il tempo che trascorre tra la richiesta che proviene dalla parte business dell’azienda, ad esempio di una nuova funzionalità applicativa, e la sua prima soddisfazione. L’obiettivo di qualsiasi azienda è ridurre al minimo il Time to Value: in questo modo si aumenta la percezione generale del valore dell’IT e, cosa non da poco, si evidenzia rapidamente se la richiesta progettuale ha portato davvero valore all’azienda.

Nei tradizionali progetti IT con implementazioni on-premise il Time to Value è normalmente lungo e la percezione del valore del progetto è altalenante. Dopo aver identificato il bisogno da soddisfare e il modo in cui farlo, l’azienda affronta una fase di selezione della soluzione e acquisto e configurazione dell’hardware che può durare anche mesi. Questa fase viene percepita comunque come problematica: dopo l’eccitazione iniziale per aver definito il progetto arriva la frustrazione per non vederlo concretizzato. Solo dopo, quando l’implementazione è funzionante, si inizia a percepire il valore della propria scelta IT.

L’adozione dei servizi cloud e delle soluzioni preconfigurate cambia drasticamente questo scenario e accorcia il TtV da mesi a settimane, o anche meno. L’approccio cloud elimina tutta la fase legata a installazione e gestione dell’hardware, accorciando i tempi di prima attivazione della soluzione scelta. Anche in seguito mostra il suo valore, liberando l’azienda dalle attività di IT management di contorno che non sono certo il cuore del progetto IT. Grazie al cloud si può partire con l’applicazione già funzionante (nel caso dei servizi SaaS) e percepirne immediatamente i vantaggi. Dopo la prima implementazione, l’approccio cloud permette di estendere l’applicazione a seconda delle necessità di business con una metodologia Agile in cui l’aggiunta di nuove funzioni è progressiva e segue velocemente le richieste, mantenendo sempre alta la soddisfazione degli utenti.

 

Fabio Pustetto
Altevie Technologies S.r.l.

Tags: ,