digital business

Il Digital Business? E’ tutta una questione di dati

AI business, intelligenza artificiale, deep learning, machine learning

Mentre girano per strada, le auto Tesla con pilota automatico utilizzano dei sensori e l’Internet degli oggetti per raccogliere una grande quantità di dati. E poi usano l’analisi dei dati, l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale per trasformare queste informazioni in un’esperienza di guida superiore.

Il digital business si occupa principalmente di questo: trasformare le informazioni in prodotti e servizi migliori.

Ma Tesla sta portando tutto ciò a un livello completamente nuovo. I dati provenienti da ogni auto vengono trasmessi al quartier generale e condivisi con tutte le altre auto che si trovano su strada. In modo che la tua auto sappia già a cosa deve far attenzione anche se non ha mai percorso quella tratta.

In pratica, Tesla si è trasformata in una macchina di apprendimento a elevato parallelismo. Il che significa che più il consumatore usa il prodotto, più la sua esperienza migliora in modo automatico. E nel frattempo l’azienda raccoglie informazioni dettagliate che può utilizzare per altre opportunità di business.

digital business

Questa tipologia di prodotti auto-miglioranti sta iniziando a diffondersi dovunque. Ad esempio, l’anno scorso gli algoritmi di AlphaGo hanno battuto uno dei più forti campioni al mondo di Go, sconvolgendo perfino gli esperti. E da allora ha imparato molto altro, al punto che un maestro cinese di Go sostiene che questo “giochi da Dio”.

Per cui, immaginate come sarebbe se i vostri prodotti e servizi migliorassero automaticamente semplicemente utilizzandoli.

Uno degli esempi più semplici è il bot utilizzato nelle chat dei servizi clienti. In SAP, ad esempio, il nostro nuovo bot, chiamato CoPilot, è stato progettato per rendere il nostro software molto più facile da utilizzare. Gli si può semplicemente chiedere di “prenotare una vacanza per la settimana successiva” e CoPilot lo farà. E, dato che utilizza l’apprendimento automatico, la qualità della risposta migliorerà automaticamente col tempo e l’utilizzo.

Ed è solo l’inizio. Ad oggi, l’apprendimento automatico può essere integrato in qualsiasi processo operativo e nell’ambito dell’esperienza del cliente. Ci sono centinaia di opportunità differenti in ogni parte dell’organizzazione, dalla produzione alle risorse umane, passando per la finanza e altro ancora.

Ma a patto che ci sia un prerequisito: i dati.

L’intelligenza artificiale necessita di dati formativi in grandi quantità e di alta qualità, e funziona meglio se applicata a un problema aziendale specifico. Il primo passo è lavorare per ottenere una visione dettagliata e coerente di tutte le informazioni, a prescindere che queste siano conservate all’interno o all’esterno dell’organizzazione.

I vincitori nell’ambito del digital business saranno coloro i quali inizieranno per primi il circolo virtuoso dell’IA. Più informazioni implicano migliori algoritmi di intelligenza artificiale, dunque una migliore esperienza del cliente, ossia dei consumatori migliori, e quindi più informazioni…

 

Salvatore De Caro
Presales Expert

AI business, intelligenza artificiale, deep learning, machine learning