Soccer team in a huddle

MADE IN FUTURE: il vantaggio competitivo che serve alle aziende raccontato passo-passo da SAP

3, Novembre, 2017 di Fausto Casartelli

Lo scorso 17 ottobre ho partecipato, insieme a qualche altro migliaio di persone, all’appuntamento italiano di SAP Forum, l’evento che in tutto il mondo ha l’obiettivo di raccontare in una sola giornata tutto quello che SAP ed i suoi partner mettono a disposizione del business per costruire il futuro delle proprie aziende. Pensate sia un obiettivo ambizioso? Davvero siete convinti che SAP sia unicamente il sistema ERP più usato al mondo? Si vede che il 17 ottobre eravate da qualche altra parte…

Devo ammettere che titolo dell’edizione 2017, MADE IN FUTURE, ha messo da subito in crisi me e i miei collaboratori. Da diversi anni infatti, oltre alla presenza “istituzionale”, SAP ha dato voce ai partner e ai clienti che sono saliti sul palco per raccontare come hanno affrontato e risolto le difficoltà, come hanno rivisto i propri processi, il modo di produrre, l’approccio al mercato globale.

Cosa ci ha messo in crisi? La contraddizione di termini. Se devo raccontare il futuro che sto costruendo, come faccio a portarti un cliente con cui l’ho già fatto?

Con il giusto mix di incoscienza e coraggio – non usare questa vetrina per raccontare i successi già ottenuti insieme ai nostri clienti ha richiesto entrambi – quest’anno abbiamo presentato a dirigenti, IT Manager e direttori commerciali non tanto quello che abbiamo già realizzato, ma soprattutto ciò che potranno fare per primi, per portare alla loro azienda il vantaggio competitivo che altri non hanno.

Mi perdonerà il centinaio di persone che ha seguito il mio intervento dal titolo “Siamo tutti meteoropatici: come correlare il consumo dei prodotti e la disponibilità alla spesa alla variabilità degli eventi climatici, massimizzando il profitto dell’azienda attraverso azzeccate proposte di prezzo e di promozione dei propri prodotti“,  il mio cuore di sciatore batte per il progetto che, unendo Internet of Things, Big Data, Artificial Intelligence e Predictive Analysis, consente di ottimizzare la resa della produzione di neve artificiale, inventando pure una nuova modalità di vendita che permette di aggiungere al prodotto il servizio. Questo a dimostrazione che i dati, se usati consapevolmente, permettono di ampliare o modificare il proprio business allargandolo a nuove importanti opportunità.

Bene, neppure uno degli spettatori in platea lavora per un’azienda che produce cannoni sparaneve. Scommetto che qualcuno non sa neppure sciare. Eppure tutti, e ripeto tutti, hanno capito che:

  • Tutti i dispositivi – dal cannone sparaneve al macinacaffè – dispongono di informazioni;
  • Raccogliere queste informazioni oggi si può, in modo semplice ed economico;
  • L’intelligenza umana viene estesa – non sostituita – dall’Intelligenza Artificiale;
  • I’Analisi Predittiva supporta le decisioni per le menti aperte al cambiamento, capaci di trasformare queste decisioni in azioni vantaggiose e profittevoli.

Credere che domani tutte le aziende presenti inizino a ripensare al loro business sarebbe pretenzioso, ma ho finito la giornata con la consapevolezza che – anche questa volta –  il mio lavoro e quello del mio team sta contribuendo a dare una svolta al business delle aziende, migliorando la vita di migliaia di persone. Non solo quelle che troveranno – il prossimo inverno – meravigliose piste innevate ad attenderle.

Fausto Casartelli,
DERGA CONSULTING

 

Tags: , ,