Dalla Gran Bretagna al Brasile, l’innovazione digitale promuove la crescita nel settore delle utilities

“Questo è certamente un periodo esaltante per le società di utilities,” ha affermato Tom Pollock, responsabile della gestione delle informazioni di Northern Gas Network (NGN) in Gran Bretagna.

Ma cosa intende?

Se parlerete con Tom e con altre aziende utilities della loro strategia d’avanguardia per la trasformazione digitale e di come il loro settore sta innovando con alcune delle tecnologie più recenti, capirete l’entusiasmo.

Primo passo… “addomestica” i tuoi dati

Tom descrive l’evoluzione di NGN, “Circa 2 anni fa ci siamo chiesti: cosa faremmo se fossimo una startup? E poi ci siamo chiesti: cos’è che ci blocca?”

La risposta è stata: i dati e la zavorra tecnologica. “Avevamo un arretrato di dati e ci è voluto molto tempo per misurare l’entità del problema. Abbiamo scoperto che avevamo 155 sistemi di record e sette milioni di fogli di calcolo, per cui i dati erano sparsi in tutti i sistemi, fogli di calcolo e processi.”

“Non potevamo sfruttare al massimo i nostri dati perché erano troppo dispersi.”

Il primo passo verso la trasformazione digitale è stato quello di raccogliere i dati per poter identificare le opportunità di sviluppo, una scelta fortemente sostenuta anche dal management.

Come cliente SAP ERP dal 2006, NGN ha iniziato usando prima gli analytics e successivamente SAP HANA (il database in-memory dell’azienda) per fornire a tutta l’azienda un quadro congruo e in tempo reale del business. NGN è riuscita quindi ad alimentare con questi dati SAP Digital Boardroom, il cruscotto che fornisce un quadro in tempo reale per la gestione operativa. Anche gli utenti non-tecnici possono facilmente utilizzare lo strumento che NGN chiama Area operazioni digitali per analizzare i dati e prevedere l’impatto di nuovi modelli aziendali.

Tom dice che “l’Area operazioni digitali costituisce il centro della nostra organizzazione e deve essere utilizzata da tutti i colleghi nell’azienda. Possiamo eliminare le impressioni soggettive dall’equazione e basare invece le nostre decisioni sui dati.”

Ora l’azienda sta implementando la business suite SAP S/4 HANA e le tecnologie SAP cloud per costruire le fondamenta digitali di NGN. Secondo Tom “S/4 HANA costituisce la base per sensori, Internet of Things e apprendimento automatico. Abbiamo intenzione di creare soluzioni cloud aggiuntive per il sourcing, i contratti e le trasferte di lavoro. Con questi presupposti, entro alcuni anni ci troveremo in una posizione strategica ottimale per fare tutte le cose di cui tutti parlano adesso.”

Un filo conduttore per le utilities

Come molte società di utilities, NGN è altamente regolamentata e deve adempiere a rigorosi requisiti di reporting. Il passaggio al digitale, e in particolare la focalizzazione su analisi e Big Data, ha consentito di adempiere agli obblighi imposti dal regolatore in modo più rapido e facile.

L’altra sfida da affrontare, comune a tutto il settore, è rappresentata da una base clienti sempre più connessa ed esigente, dotata di parametri geografici specifici. Essendo una delle aziende più popolari in Gran Bretagna, NGN intende sfruttare la trasformazione digitale per fornire un servizio eccellente ai propri clienti e stakeholder, offrire strumenti adeguati, connettere e sorprendere i colleghi, aumentando al contempo efficienza e risparmio.

L’innovazione alimenterà la crescita. Tom spiega che “dobbiamo creare nuovi modelli aziendali per affrontare le sfide del cambiamento climatico e della sicurezza energetica. Stiamo quindi cercando nuove forme di energia che richiedano un sistema reattivo e flessibile di innovazione e registrazione, ed è questo che abbiamo intenzione di implementare con S/4 HANA.”

L’innovazione di NGN continua

NGN è entusiasta di SAP Leonardo, il sistema di innovazione digitale che include machine learning, Internet of Things (IoT), blockchain e altre tecnologie.

Secondo Tom lo sviluppo del machine learning aiuta ad ottimizzare la forza lavoro di NGN. E l’IoT consente all’azienda di prevenire in modo proattivo le fughe di gas grazie al controllo della pressione in tempo reale, ottenendo importanti risparmi sui costi.

Una startup brasiliana utilizza l’IoT per la gestione delle risorse digitali

Mentre NGN impiega la tecnologia per esplorare nuove opportunità di business, altre utilities fanno affidamento sulle innovazioni più recenti per gestire gli asset (risorse energetiche, tubature o linee elettriche).

Con i sensori integrati in 8,4 miliardi di “cose” in tutto il mondo, la tecnologia IoT consente di tracciare e analizzare dati sulle reti energetiche emessi da componenti e contatori fisici. Huru Systems è una startup di gestione asset con sede in Brasile che si occupa appunto di questo. Utilizzando SAP HANA, Huru Systems può analizzare dati IoT per visualizzare le prestazioni dei componenti e per fare in modo che l’energia giunga finalmente ai clienti che pagano.

Questo servizio ha un valore inestimabile per le utilities. Il CEO Ian Nazzari spiega che “sono due i problemi principali delle utilities: quasi $100 miliardi vengono persi ogni anno, in parte a causa del furto di elettricità a livello mondiale, e altri milioni di dollari se ne vanno in asset fisici trafugati o persi.”

Utilizzando le tecnologie IoT, cloud e analisi di Big Data, secondo quando riferisce Ian, “possiamo tracciare gli asset sul terreno e, se vanno persi, sappiamo dove si è verificato il problema e chi li ha installati. Sappiamo anche se un asset non è stato installato regolarmente. Abbiamo la visibilità sulle attività di consumo e se le persone non utilizzano gli asset, possiamo riassegnarli altrove.”

Ian ha una visione più ampia delle utilities in un’economia digitale. “Alla fine, in un’economia digitale le utilities avranno strutture diffuse e servizi più fluidi. È in corso un cambiamento epocale, rappresentato dal distacco fra persone e brand. È qualcosa che richiama lo scambio di biciclette. Immaginiamo di poter scambiare l’elettricità come le biciclette – con asset che passano liberamente da un cliente all’altro.”

Scarica subito il white paper “La trasformazione digitale nel settore delle utilities” per avere un quadro ancor più dettagliato dell’importanza dell’innovazione e della digitalizzazione in questo settore estremamente dinamico.