Nuovi modelli di business nell’era della Digital Transformation

Conosciamo i nostri dati? Siamo consapevoli del loro valore e di ciò che ci possono raccontare?

Il percorso di digital transformation intrapreso dalle aziende ha portato a rivedere, e finalmente a comprendere, il vero potenziale che risiede nei dati. Un potenziale che dà sempre più risalto al ruolo che gioca la persona all’interno dei processi aziendali; una partita che va giocata insieme all’IT, che diventa l’elemento abilitante di qualsiasi processo di innovazione dell’azienda.

Rispetto al passato, le figure di business hanno maturato sempre di più la consapevolezza di utilizzare i dati come supporto al proprio lavoro quotidiano, e proprio in queste persone risiede la conoscenza dei processi di business.

È per questo motivo che l’innovazione in azienda non passa più solo ed esclusivamente dall’IT ma, principalmente, attraverso un percorso che deve essere affrontato insieme e condiviso tra le diverse figure aziendali, e che parte da quello che ci raccontano i dati. Dati che oggi più che mai possono portare alla creazione di nuovi modelli di business e ad un miglioramento drastico delle performance aziendali.

Prendiamo ad esempio un dispositivo, che sia esso un macchinario industriale o un dispositivo medicale. I macchinari ogni giorno sono in grado di trasmettere una serie di dati che raccontano il processo e l’utilizzo della macchina ma anche, e soprattutto, il comportamento del nostro cliente; informazioni che ci possono essere utili per ridisegnare o per monitorare costantemente i bisogni e le esigenze del nostro mercato di riferimento.

Il costante afflusso di informazioni gestite attraverso degli engine e dei modelli statistici porta all’implementazioni di logiche di advanced analytics, quali per esempio la predictive maintenance, l’intelligenza artificiale o l’asset management, che possono supportare l’azienda nella creazione nuovi modelli di business.

Ma è anche, e soprattutto, in ambiti e settori che in passato sono stati quasi sempre molto lontani dal mondo delle analytics, e il percorso di digital transformation, ha consentito di rivedere determinati processi introducendo nuove logiche e modalità di lavoro.

Pensiamo al mondo dell’HR, andando a comprendere sotto questa voce sia le funzioni Risorse Umane interne alle aziende sia tutte quelle società che offrono servizi che vanno dalla ricerca e somministrazione del personale alla gestione delle buste paga, e proviamo ad immaginare la mole di dati che queste realtà si trovano a gestire quotidianamente. Tutte queste informazioni permettono di disegnare il quadro culturale e strutturale delle aziende; anche in questo caso l’introduzione di metodologie di advanced analytics, quali il machine learning, possono portare ad importanti risultati, come per esempio la selezione dei migliori candidati, la riduzione del turnover, la gestione delle anomalie nei processi di payroll o la previsione di ferie e ROL ottimizzando in modo importante il lavoro, evitando errori e dando alle persone la possibilità di concentrarsi su attività a maggior valore aggiunto.

La consapevolezza sempre crescente del valore insito nei propri dati aziendali e l’avvento delle Advanced Analytics stanno velocemente cambiando le regole del gioco, diventando una componente fondamentale nella definizione delle strategie per l’ottenimento di un vantaggio competitivo per la propria azienda nei confronti dei competitor.

Daniele Risso
Méthode srl