SAP e UIB offrono comunicazioni in tempo reale che salvano la vita delle persone

Le notizie non danno tregua e quasi tutti i giorni annunciano nuove e fatali catastrofi — terremoti, valanghe, sparatorie. In un mondo sempre più connesso, dove tutti possono fare del giornalismo partecipativo, le notizie ci arrivano quasi in tempo reale.

Ma non tutte le notizie che riceviamo sulle emergenze sono accurate e veritiere, e capire quali sono quelle affidabili può essere difficile, soprattutto per chi vi si trova coinvolto.

Informazioni false o fuorvianti non fanno che peggiorare la situazione. Ne è esempio la grande paura recentemente vissuta dagli abitanti delle Isole Hawaii dopo la falsa notizia di un imminente attacco missilistico circolata per il paese. Altrettanto false erano le notizie delle violenze commesse da rifugiati a Francoforte, Germania, diventate virali anche se mai accadute.

Unified Inbox Pte. Ltd. (UIB), società partner di SAP con sede a Singapore, si propone di risolvere proprio questo problema.

Eliminare la rottura della comunicazione

Secondo Ken Herron, Chief Marketing Officer di UIB, la possibilità di comunicare con maggiore efficacia, precisione e rapidità durante un’emergenza può salvare vite, ridurre gli infortuni e contenere significativamente i danni che conseguono a situazioni d’emergenza.

Per aiutare, UIB ha sviluppato SHOUT, un sistema di messaggistica per trasmissioni d’emergenza che permette di utilizzare qualsiasi dispositivo per trasmettere messaggi, senza richiedere l’installazione di una app specifica.

SHOUT, che l’anno passato è stato premiato con il SAP HANA Innovation Award , fa uso della tecnologia proprietaria di messaggistica intelligente IoT di UIB, l’UnificationEngine™, e consente alle organizzazioni di trasmettere istantaneamente informazioni a oltre 25 canali globali di comunicazione, compresi Facebook, Twitter, altri social e app di messaggistica.

“Quasi tutti i giorni parliamo del falso allarme missile alle Hawaii. Se avessero avuto il nostro sistema, l’allarme non sarebbe mai scattato e a tutti sarebbe stato subito recapitato un messaggio di rettifica” sostiene Herron. “Anche se è vero che il messaggio originale non avrebbe mai dovuto essere trasmesso, è altrettanto vero che non è stato possibile trasmettere subito dopo di esso un messaggio che avvisasse della natura fallace del primo”.

Condividere le informazioni per giungere a decisioni migliori

SHOUT automatizza e accelera i processi di approvazione delle comunicazioni, assicurando un pronto e corretto invio dei messaggi ed eliminando errori e tempi di risposta di frustrante lentezza. Secondo Herron, UIB sarebbe ora pronta a diffondere il proprio messaggio, ossia che la tecnologia è uno strumento positivo e potente per comunicare in situazioni di emergenza.

La possibilità di condividere informazioni cruciali in modo più efficace è importante per civili, governi, aziende e altre organizzazioni.

“Immagina cosa vuol dire poter trasmettere, dopo un uragano, dove trovare acqua e rifornimenti. La capacità di comunicare dopo l’evento è altrettanto importante delle comunicazioni che lo precedono” afferma Herron. “Poter trasmettere notizie affidabili alle persone giuste e nel momento giusto può fare la differenza, soprattutto a livello di amministrazione locale”.

Più che diffondere notizie sui disastri naturali, le organizzazioni dovrebbero condividere suggerimenti sulla salute pubblica. A Città del Capo, Sudafrica, la trasmissione ai residenti di notizie sulla conservazione idrica può alleviare le preoccupazioni sull’attuale scarsità d’acqua. E la trasmissione di solleciti a farsi vaccinare contro l’influenza può migliorare la frequenza scolastica.

Usare la messaggistica in maniera sensata

“UIB ha anche sviluppato un sistema di comunicazione bidirezionale sfruttando la potenza della SAP Cloud Platform, dell’apprendimento automatico e dell’analisi testuale”, continua Herron.

La piattaforma per comunicazioni bidirezionali, oltre che permettere ai risponditori d’emergenza di comunicare con le potenziali vittime e viceversa, può anche filtrare i messaggi a bassa priorità ed evidenziare quelli che hanno bisogno di attenzione immediata. Ad esempio, i messaggi dal tenore di “Caspita, ma c’è stato un terremoto?” possono essere filtrati per velocizzare i tempi di risposta dei risponditori a messaggi come “Aiuto, sono bloccato in cantina!”

La comunicazione bidirezionale permette anche a singoli o gruppi di sfatare informazioni inaccurate o false comunicate accidentalmente o deliberatamente. “Le notizie false di violenze a Colonia, Germania, evidenziano quanto sia importante migliorare gli strumenti di comunicazione”, afferma Herron.

“Se la città fosse stata in grado di comunicare rapidamente ed esaustivamente la verità sui canali più popolari, si sarebbero potute contrastare le cattiverie molto più in fretta”, egli afferma. “Una comunicazione coerente e accurata è la best practice da seguire in tutte le situazioni di emergenza. Quando iniziano a circolare notizie false, serve un canale per rettificarle. La verità è cruciale”.

UIB è stata fondata nel 2010 con l’obiettivo di risolvere il sovraccarico cognitivo sviluppando strumenti capaci di aggregare molteplici canali di comunicazione in un punto unico. Con l’evoluzione della tecnologia dell’azienda, si è evoluto anche il suo scopo.

“Abbiamo davvero la possibilità di avere un impatto positivo sulla vita delle persone a livello globale”, sostiene Herron. “Non è qualcosa che possono far tutti con il loro lavoro. Siamo davvero entusiasti e felici di avere un partenariato con SAP.”

YouTube

Click the button below to load the content from YouTube.

YouTube

SAP e i partner SAP: insieme per migliorare la vita delle persone. È questo il nostro scopo.